fine-del-mondo

Predire la fine del mondo per qualche evento al di fuori della portata umana è impossibile: nonostante gli studi scientifici e l’osservazione dei cieli, affermare che il giorno X dell’anno Y l’Apocalisse avrà inizio non è fattibile. Con l’arrivo della bella stagione le notizie riguardanti tale avvenimento tornano sempre a riprensentarsi e come un orologio svizzero, il nome degli antichi Maya o del Profeta Ezechiele riaffiora sulla bocca di tutti, andando a ripercorrere una serie di premonizioni lasciate per l’avvenire.

Fine del mondo: questa estate avverrà per qualche catastrofe naturale?

Che il mondo stia andando verso una sua fine è già a conoscenza di tutti: accettare che la causa di questo destino sia dettato dalla mano umana è però troppo difficile; pur di non cambiare le proprie abitudine ed iniziare a vivere un’esistenza senza sprechi e azioni deliberatamente nocive per la Terra, molte persone preferiscono abboccare all’amo delle fake news, quelle che proclamano che l’Apocalisse giungerà come predetto da teorie che trovano origine centinaia di secoli addietro e sono state più volte smentite.

La diffusione di bufale, infatti, è diventata sempre più semplice grazie alla diffusione di social network e applicazioni destinate alla messaggistica istantanea. Non credere a tutto ciò che si legge, però, è altrettanto semplice poiché a disposizione di ogni persona oggi vi sono innumerevoli risorse: dai motori di ricerca alle realtà ideate proprio per cancellare la mala-informazione. l’Apocalisse non avverrà, dunque, per sentito dire e soprattutto per la comparsa di specie viventi nel lago più salato al mondo.