huawei-stati-uniti-rete-5g

Dopo che alcuni paesi (come il Regno Unito) hanno escluso l’azienda cinese Huawei dalla fornitura delle nuove reti di quinta generazione, sembra che la Cina sia pronta a rispondere. Secondo quanto è emerso, infatti, sembra che Pechino sia pronta a sanzionare a sua volta alcune delle aziende di tecnologia conosciute in Europa.

 

La Cina è pronta a sanzionare Nokia e Ericsson

Le tensioni commerciali tra governo statunitense e e governo cinese potrebbero avere delle serie conseguenze anche in Europa. Come già accennato, infatti, la Cina sarebbe pronta a imporre a sua volta delle restrizioni a due aziende europee molto conosciute del settore tecnologico, ovvero Nokia ed Ericsson. Questo è quanto riportato dal Wall Street Journal, dove viene dichiarato che la Cina farà un passo del genere soltanto se la situazione dovesse peggiorare ancora.

Nello specifico, Pechino attuerebbe queste sanzioni e vieterebbe l’esportazione di prodotti e apparecchiature delle due aziende tecnologiche europee nel caso in cui l’Unione Europa dovesse escludere il produttore cinese Huawei dalla realizzazione delle nuove reti 5G in Europa. Si tratta di una situazione molto delicata per il settore tecnologico e che potrebbe peggiorare in seguito. Qualche giorno fa, poi, il Regno Unito ha deciso di escludere Huawei dalla realizzazione e gestione delle reti 5G nel suo paese. Ora il governo britannico sta cercando delle nuove collaborazioni e fra questi sembra che ci sia il Giappone.

In seguito a questo divieto imposto da parte del Regno Unito, quindi, la Cina ha prontamente risposto e Gao Feng, ovvero il rappresentante del Ministero del Commercio, ha dichiarato che Pechino avrebbe adottato le misure necessarie per proteggere le proprie aziende.