maze truffaagenzia delle entrate

In questi ultimi mesi di lockdown si sono diffuse nel nostro paese numerose truffe da parte di hacker e malintenzionati e anche dopo questo periodo le truffe non si sono arrestate. I dati registrati in merito parlano di una crescita davvero esagerata, pari cioè al 167% a livello nazionale e in questo contesto sono state numerose le segnalazioni fatte alla Polizia Postale. Quest’ultima, in particolare, ha da poco individuato una nuova truffa che riguarda l’Agenzia delle Entrate.

 

Nuova truffa tramite una finta e-mail dell’Agenzia delle Entrate

La nuova truffa in questione riguarda una misteriosa e-mail che sta arrivando a numerosi utenti proveniente apparentemente dal sito dell’Agenzia delle Entrate. In questa e-mail viene richiesto all’utente di collaborare alla “verifica della conformità dei pagamenti della vostra persona o impresa”. A far sembrare ancor di più veritiera l’e-mail, nel messaggio sono inoltre presenti alcune normative di legge e il logo dell’Agenzia delle Entrate che traggono ancor più in inganno la vittima.

Questa e-mail cela ovviamente una truffa a cui bisogna prestare la massima attenzione. Come spiegato dalla Polizia Postale, infatti, all’interno di questa finta e-mail viene inoltre richiesto all’utente di aprire il file allegato. In realtà, è proprio all’interno di questo file che si cela un trojan in grado di rubare numerosi dati personali, compresi i dati e i codici dei conti bancari dell’utente malcapitato.

La Polizia Postale ha vivamente consigliato di verificare innanzitutto la fonte di queste e-mail prima di aprire link o file allegati al proprio interno e ha consigliato di segnalare immediatamente l’avvistamento di queste e-mail sospette.