TIM

I cambiamenti di prezzo nel mondo della telefonia non si sono fatti attendere nel corso di questi mesi. Anche se con minore intensità rispetto alle precedenti stagioni, in inverno ed in primavera i costi di alcune tariffe ricaricabili solo aumentate. Dopo WindTre e Vodafone, anche TIM ha deciso di medicare alcuni piani per quanto concerne la telefonia mobile. 

 

TIM, c’è una nuova spesa fissa per tutte le schede SIM

Il provvedimento di cui vi parliamo oggi è attivo dallo scorso mese di Febbraio. Nonostante siano trascorsi oramai alcuni mesi, molti abbonati continuano a restare stupiti dalla nuova spesa fissa che TIM applica su alcune sue schede SIM. E’ infatti ora previsto un costo standard di 1,99 euro da pagare ogni mese per tutti quegli abbonati che utilizzano una scheda SIM senza una ricaricabile attiva.

Questo genere di rimodulazione unilaterale non caratterizza quindi tutta la vasta platea degli abbonati TIM. Il gestore, infatti, ha previsto questa particolare rimodulazione unilaterale solo ed esclusivamente per quegli abbonati che fanno riferimento al loro piano tariffario per consumi in chiamate, SMS ed internet. Ovviamente, anche attraverso il nuovo costo fisso, TIM cerca di spronare gli abbonati alla sottoscrizione di una ricaricabile standard.

In vista dell’estate è da annoverare però una ulteriore rimodulazione per alcuni clienti di TIM. Il gestore, infatti, proprio a partire dalla fine di questo mese di giugno ha deciso di incrementare i costi per le sue promozioni Ten Go e SuperGiga 20. Come riportato da nostri approfondimenti, la rimodulazione dei costi prevede un incremento del prezzo mensile pari a 1,50 euro.