blank

Google Meet è una delle tante applicazioni disponibili per effettuare video-chiamate, e che ha visto una ampia diffusione in seguito allo scoppio dell’emergenza sanitaria che ha obbligato al distanziamento sociale e ad adottare soluzioni a distanza.

Il servizio offerto dal colosso di Mountain View, dal momento in cui è stato reso disponibile gratuitamente anche dall’utenza non business, è stato aggiornato con diverse novità, al fine di garantire la migliore esperienza possibile e rendere le proprie video-chiamate più professionali e godibili.

Google Meet, tra vecchi e futuri aggiornamenti

Oltre al layout a griglia, che permette di visualizzare contemporaneamente fino a sedici partecipanti, Google Meet ha integrato di recente la nuova funzione di cancellazione del rumore basata sull’Intelligenza Artificiale ed il Machine Learning. Grazie a questa tecnologia, Google Meet riduce notevolmente il rumore di sottofondo ed offre un audio più pulito e meno disturbato durante le video-chiamate.

Oltre ciò, in futuro, Google Meet riceverà delle funzioni che permetteranno di personalizzare lo sfondo, rendendo le video-chiamate ancora più professionali. Sarà possibile sia sfocare lo sfondo che sostituirlo con un’immagine o un video e questa possibilità sarà resa possibile tanto sull’app per dispositivi mobile quanto per la versione desktop del servizio.

Si tratta di una funzionalità attiva già da tempo su altre applicazioni del genere e molto richiesta dagli utenti, dal momento in cui permette di camuffare o nascondere aree della propria abitazione che si preferisce non mostrare. Al momento, tuttavia, non si hanno ancora informazioni sulle tempistiche per il rilascio dell’aggiornamento, ma ciò potrebbe accadere nelle prossime settimane.