3gLa disattivazione della rete 3G potrebbe essere davvero imminente, non parliamo di ufficialità da parte degli operatori telefonici, ma di una serie di indiscrezioni effettivamente trapelate in rete, le quali sembrerebbero portare tutte verso una decisione di questo tipo.

I rumors si susseguono imperterriti per una svolta epocale, non tanto per le conseguenze effettive sulla popolazione, quanto proprio per un cambiamento importante per la navigazione in rete. Il 5G è ormai reale, sebbene continuino a circolare fake news legate ad un inquinamento superiore al normale, nulla sembra poterne fermare la diffusione sul territorio.

Proprio per cercare di limitare al massimo le onde e le frequenze radio utilizzate, gli operatori telefonici potrebbero decidere di disattivare il 3G, più inquinante degli altri, poiché praticamente in disuso. E’ giusto ricordare che a conti fatti il 4G (o 4.5G) è attualmente presente su oltre il 98% della penisola italiana, una diffusione talmente elevata che pensare ad una rete di un gradino inferiore alla suddetta appare essere praticamente inutile.

 

3G: la disattivazione potrebbe avvenire presto

Considerando poi il periodo storico che stiamo attraversando, in cui giustamente la salute degli individui è posta al primo posto, è chiaro che le aziende sembrano essere pronti ad andarci “con i piedi di piombo” per evitare critiche o preoccupazioni da parte della popolazione e delle associazioni.

Le differenze per l’utente finale non esistono, nella maggior parte dei casi riuscirà sempre a navigare in 4G, in caso contrario potrà comunque fare affidamento su 2G/H+, ma lo riteniamo davvero molto raro. Ricordiamo, e sottolineiamo, che quanto scritto sono solamente indiscrezioni, nulla di ufficialmente confermato.