blank

Continua l’attivazione di nuovi hotspot nell’ambito del recente progetto, avviato a partire dagli stanziamenti di fondi del MISE, chiamato Piazza Wi-Fi Italia, che sta portando la connessione Wi-Fi anche nei comuni più piccoli. Sono infatti i comuni con un numero di abitanti inferiore a 2000 ad essere i primi e diretti destinatari del piano.

Nonostante lo stop per la pandemia, ora nuovi comuni stanno aderendo al piano per portare una rete internet completamente gratuita e libera a tutti i cittadini. Grazie anche all’interesse di Poste Italiane, ora anche gli uffici postali corrisponderanno a punti hotspot, che potranno essere sfruttati attraverso l’app dedicata al progetto.

Piazza Wi-Fi Italia: la connessione Wi-Fi che unifica tutta l’Italia

Ancor maggiore priorità l’hanno avuta i 138 comuni di Abruzzo, Emilia Romagna, Marche e Lazio interessati dal sisma del 2016. I milioni investiti in questo progetto hanno consentito il rilancio socio-economico di queste realtà, attraverso la creazione di hotspot nelle principali piazze e postazioni d’incontro per accedere alla connessione.

Se oltre i comuni finora designati come destinatari primi, vi fossero ancora dei fondi disponibili, anche paesi di dimensioni più cospicue possono far pervenire la propria candidatura a divenire oggetto di questo provvedimento. Inoltre, i comuni che si fossero già dotati di una propria connessione Wi-Fi libera, potranno richiedere di rientrare nella mappatura dei comuni con Wi-Fi di Piazza Wi-Fi Italia.

Connettersi è semplice e veloce: basta scaricare l’app wifi.italia.it dai principali store digitali. Successivamente bisogna registrarsi e accedere con le proprie credenziali. Da quel momento, poi, non sarà più necessario effettuare il login: ogni qualvolta il dispositivo connesso si trovi in prossimità di un hotspot affiliato, si assocerà automaticamente alla rete.