IPTV: utenti contentissimi per il ritorno della Serie A ma quanto rischi

IPTV e tutto ciò che risulta appartenente alla pirateria, sono pronti a ripartire visto che anche i campionati stanno per ricominciare. Gli utenti non stanno più nella pelle e proprio per questo volevano sapere se sarebbe stato possibile riprendere con i propri abbonamenti illegali.

Ovviamente la risposta è affermativa, anche se bisognerebbe fare attenzione a tutte le nuove norme e ai controlli incrociati da parte delle forze dell’ordine. Diversi utenti sono infatti finiti nella rete della legge con aspre conseguenze proprio negli ultimi tempi.

Per avere le migliori offerte anche per quanto riguarda Amazon con tutti i codici sconto, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

IPTV: tutti gli utenti che vengono beccati subiscono conseguenze mai viste prima

L’IPTV potrebbe essere in grado di mettere nei guai davvero chiunque viste le aspre pene previste dalla legge. Oltre 220 persone in Italia sono state beccate in questi mesi, dovendo pagare una multa davvero altissima. Poche di queste sono finite addirittura in galera per la vendita del servizio, mentre tutti hanno dovuto consegnare i propri dispositivi utilizzati per la visione.

“L’operazione annunciata dal Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza in tema di contrasto alla diffusione di IPTV pirata si inquadra in un contesto strategico più ampio legato al fenomeno della pirateria che in Italia resta un problema centrale per l’industria audiovisiva e per il settore della cultura più in generale” dichiara Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale della Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali (FAPAV).

“La strategia della nostra Federazione è quello di collaborare con le Forze dell’Ordine e le Autorità preposte per scardinare la piramide illecita e criminale che si cela dietro la pirateria, sia fisica sia digitale.”