samsung-migliorare-display-smartphone-pieghevoli

È passato poco più di un anno da quando Samsung ha introdotto sul mercato il suo primo smartphone pieghevole. Subito sono state viste diverse imperfezioni, diverse criticità che rendono di fatto questi dispositivi ancora dei prototipi. Ovviamente la parte meno resistente rimane il display, ma già con la seconda generazione c’è stato un grande miglioramento.

Con nuova generazione si intende il Galaxy Fold 2 il quale dovrebbe venir presentato ad agosto insieme ai Galaxy Note 20. Anche se non è ancora ufficiale, sappiamo già che avrà a protezione l’Ultra Thin Glass, la stessa tecnologia vista sul Galaxy Z Flip.

Una protezione di vetro flessibile è sicuramente più utile di quella di plastica presente sui Galaxy Fold originale, ma non è finita. Samsung deve ancora lavorare sodo per migliorare questo prodotto, come abbassandone il prezzo per renderlo più di massa possibile. Non ha senso che rimanga relegato a gadget di lusso.

 

Samsung e i display degli smartphone pieghevoli

Il prossimo passo per migliorare questi dispositivi sarà abbassando il prezzo. La parte più costosa rimane proprio il display e la stessa protezione non è da meno. Per questo il fatto che il colosso sudcoreano ha firmato una nuova partnership è un’ottima notizia. Con chi? Con Corning, il produttore dei Gorilla Glass.

L’idea è di mettere in piedi una catena di approvvigionamento negli Stati Uniti supportata da un centro di sviluppo. L’idea è di creare protezioni più resistenti e meno costose. La speranza è che i primi risultati si vedano entro la fine dell’anno, quindi sarà una miglioria che non interesserà i Galaxy Fold 2 i Galaxy Z Flip 5G.