blank

Certo, la nostra vita ai tempi del Virus è cambiata, ma non si è fermata. Pian piano stiamo tornando alla normalità, a fare tutte quelle cose che eravamo abituati a fare prima che scoppiasse l’emergenza sanitaria, anche se in modo differente, prestando molta più attenzione a ciò che ci circonda ed evitando alcuni comportamenti e situazioni. Ai tempi del COVID-19, c’è chi si è fermato e chi non si è fermato mai. Ma la ri-partenza comincia proprio dagli spostamenti, a quei tragitti – lunghi o brevi che siano – che compiamo all’esterno delle mura di casa. Ed è per rendere gli spostamenti ancora più sicuri che Google ha deciso di aggiornare Maps, introducendo una serie di novità molto utili durante l’emergenza sanitaria.

Google Maps, nuovo aggiornamento per gli spostamenti ai tempi del COVID-19

Anzitutto, l’aggiornamento introdurrà degli avvisi per i mezzi di trasporto, realizzati in collaborazione con gli enti di trasporto dei diversi Paesi, al fine di informare l’utente circa tutte le prescrizioni da rispettare per poter viaggiare con i mezzi di trasporto pubblico. Questa funzionalità sarà inizialmente disponibile in in Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Colombia, Francia, India, Messico, Olanda, Spagna, Thailandia, UK e Stati Uniti, per poi arrivare in un secondo momento anche in altre nazioni.

E’ stata migliorata la funzione relativa alle informazioni circa lo stato di affollamento dei mezzi pubblici, semplificandone la consultazione. Adesso basta espandere i dettagli relativi al percorso e selezionare la voce dedicata all’affollamento del mezzo pubblico per poter scoprire in anticipo quando è affollato o per segnalare il livello di affollamento.

Allo stesso modo, è stata aggiunta una nuova funzionalità che permette di scoprire quanto è affollata una stazione, così che possa essere più semplice rispettare la distanza di sicurezza. Per poter funzionare correttamente, questo servizio utilizza i dati aggregati e anonimizzati degli utenti che attivano la cronologia degli spostamenti. Questa è DISATTIVATA di default, sarà necessario attivarla manualmente.

Infine, verranno segnalati eventuali posti di blocco per controlli e visualizzate informazioni utili per accedere ai servizi in sicurezza.