zoom-smartphone-android-download-privacy-abbonamento

Zoom ha annunciato che “rafforzerà la crittografia delle videochiamate” per aumentare la sicurezza degli utenti. Come riportato da Reuters, la società prevede di implementare questa crittografia più efficace solo per gli utenti che pagano un abbonamento Zoom. Dunque, coloro che utilizzano il servizio gratuitamente, continueranno a sfruttare la tecnologia di videochiamate già presente adesso.

Come abbiamo potuto notare, la piattaforma ha avuto un enorme aumento di utenti iscritti alla piattaforma a a causa della pandemia di COVID-19. Tuttavia, con un aumento così veloce, sono sorti i primi problemi relativi alla privacy e alla sicurezza su Zoom. La società ha implementato correzioni e modifiche alla piattaforma e ha ripetutamente sottolineato la sua nuova enfasi sulla privacy.

Zoom aprirà un servizio di abbonamento con alcuni privilegi

Secondo Reuters, Zoom ora prevede di “rafforzare la crittografia delle videochiamate dei clienti abbonati. All’inizio di questo mese è stato riferito che Zoom ha acquisito Keybase, una startup specializzata nella condivisione di file e messaggi crittografati.

Presumibilmente, la tecnologia di questa società è quella che diventerà la base delle videochiamate crittografate in Zoom per chi si abbona al servizio. Al momento, non ci sono ancora dettagli sui costi e le modalità di abbonamento.

Informazioni più specifiche non sono ancora chiare, ma l’aggiunta della crittografia end-to-end sarebbe un altro passo notevole per Zoom. Altre piattaforme, comunque, già utilizzano la crittografia end-to-end; una di queste è FaceTime di Apple. Tuttavia, lo strumento di videochiamate della società di Cupertino non ha avuto lo stesso trattamento di Zoom durante la pandemia di COVID-19.