bollo-canoneBollo auto e canone RAI. Siamo ancora qui dopo mesi di agonizzante attesa in merito ad un riscontro potenzialmente positivo sull’esito delle suddette imposte. Durante il periodo di emergenza Covid è stato un continuo proliferare di fake news inneggianti le ipotesi di un possibile addio tasse che resta soltanto una chimera. Sta di fatto che le bollette e le notifiche di pagamento continuano ad arrivare incessanti come sempre. E non è ancora finita. Ultimamente, infatti, si sono erte le lamentele di molti clienti chiamati a pagare di più dopo i recenti aumenti per la tasse di possesso dell’automobile. Ecco cosa sta succedendo.

 

Bollo Auto in aumento mentre spunta l’ipotesi di esenzione del canone RAI

Le nuove info sul pagamento delle tasse più odiate si aggiornano di pari passo alle decisioni dell’esecutivo e degli organismi di gestione finanziaria dello Stato. Le casse della nazione si rimpinguano al suono di 7 miliardi di euro derivanti dagli introiti totali dati come somma delle immatricolazioni annuali dei veicoli e del canone TV. Sicuramente non ci sarà possibilità che le istituzioni rinuncino a simili guadagni, specie in un periodo di recessione come questo.

Di fatto molti clienti hanno espresso le proprie lamentele dopo l’introduzione delle commissioni PagoPA che hanno fatto lievitare ulteriormente il prezzo con rincari di 5 euro sul costo iniziale dell’imposta di possesso. Nessun cambiamento, invece, per quel che riguarda il canone RAI che continua ad essere tariffato a costo invariato quale componente rateizzata in bolletta elettrica.

Sorvegliato speciale, il canone televisivo si può azzerare a fronte di una richiesta spontanea del cliente che deve comunque poter rispettare ben determinati requisiti. Si parla di una domandina di esenzione totale ed indeterminata nei confronti di coloro che hanno compiuto 75 anni di età me percepiscono redditi ISEE inferiori ai 7000 euro annui. In tal condizioni è possibile scaricare il modello F24 dal sito dell’Agenzia delle Entrate. Presentandolo al Comune di residenza si ottiene l’esonero completo dal pagamento.