esselunga carrefour lidl misure per entrare

Dall’introduzione della Fase 2 i supermercati stanno attraversando un momento ancora più delicato nell’ammissione dei clienti tra i loro corridoi. La circolazione non è più interdetta, e le persone libere dalla quarantena si sono riversate verso negozi e centri commerciali in cerca di un po’ di libertà.

Marchi come Esselunga, Carrefour, Eurospin e Lidl dovranno gestire la maggiore affluenza in vista della riapertura totale, e per questo sono state adottate nuove misure di controllo all’accesso. Le linee guida diramate dalle Regioni recitano infatti che a ogni ingresso il cliente dovrà essere munito di mascherina in volto, dotarsi di guanti, e soprattutto passare il test del termoscanner per la misurazione della temperatura corporea. Se risultasse superiore ai 37.5 gradi non si potrà accedere al supermercato o al centro commerciale.

 

Esselunga, Carrefour, Eurospin e Lidl: le misure per entrare

Avere una temperatura nella norma sarà un termine imprescindibile per accedere a supermercati e centri commerciali, mentre si dovrà mantenere un distanziamento sociale, di almeno 1 metro tra le persone. Inoltre, in base anche alla cubatura del negozio, gli ingressi e la circolazione di persone all’interno continueranno ad essere contingentate.

A ogni ingresso gli addetti dei supermercati dovranno anche rendere disponibili dei sistemi per l’igiene delle mani, sollecitando i clienti ad usarli e controllare che ognuo di loro non varchi la soglia senza aver indossato i guanti. Il personale addetto alla vendita indosserà sempre maschera e guanti ed è incaricato a far rispettare le norme a tutti gli avventori.

Il documento che riporta le norme diramate dalle Regioni disciplina anche la zona delle casse, la quale dovrà essere strutturata con barriere fisicamente visibili e favorire il più possibile una zona predisposta al pagamento elettronico in luogo delle file con personale addetto. Una sfida che Esselunga, Carrefour, Eurospin e Lidl e altri marchi affronteranno con decisione.