blankFacebook è da sempre vicina alle piccole imprese e, sopratutto in un momento di così grande difficoltà per tutti gli imprenditori, a causa di oltre 2 mesi di lockdown e di vendite quasi azzerate, ha deciso di lanciare i cosiddetto Facebook Shops.

Il social network è da tempo utilizzato dagli utenti come mezzo per vendere i propri prodotti, dai primissimi post in cui venivano messi in vendita i dispositivi, postando semplicemente una fotografia con la scritta “in vendita“, sino ad arrivare all’ormai odierno Marketplace.

In un momento in cui tanti negozi sono in difficoltà, e sopratutto gli utenti ancora non si fidano a recarsi personalmente, sono stati lanciati gli Instagram Facebook Shops, con l’obiettivo di rendere lo shopping più immediato e di consentire a chiunque (dal piccolo imprenditore al marchio più rinomato) di utilizzare le applicazioni per “connettersi” con i clienti.

 

Facebook Shops: è tutto gratuito

Le aziende possono creare un Facebook Shop a titolo completamente gratuito, inserire i prodotti che vogliono mettere in mostra, personalizzando il look and feel del negozio con immagini o colori che rimandano al brand originario.

A questo punto, gli utenti si collegheranno allo shop passando dalla pagina Facebook Instagram dell’azienda, da qui sarà possibile sfogliare i prodotti, salvare i preferiti e fare un’ordine, da completare però solo sul sito ufficiale del brand (solo negli Stati Uniti si può comprare su Facebook). In caso di difficoltà, esattamente come se foste in negozio, potrete chiedere aiuto ad un addetto dell’azienda, inviando un messaggio tramite Messenger, WhatsApp o i direct di Instagram.

Gli shops sono attivi da oggi, ma verranno ampliati nel corso dei prossimi mesi.