Samsung, Huawei, Qualcomm, codec, 4K, 8K, video

I contenuti multimediali stanno per cambiare ed evolversi grazie all’arrivo delle nuove tecnologie. Se attualmente il 4K sta prendendo sempre più piede, le grandi aziende sono già al lavoro sulle nuove tecnologie che porteranno all’adozione dell’8K. Tra queste spiccano certamente giganti del settore come Samsung, Huawei e Qualcomm.

Queste tre aziende tech, tra le altre, stanno spingendo per l’adozione di uno standard comune per la fruizione dei contenuti ad altissima risoluzione. Infatti, si sta puntando sull’utilizzo del codec MPEG-5 EVC invece dell’attuale HEVC (High Efficiency Video Codec). I vantaggi sono molteplici, prima di tutto la qualità risulta migliore, ma soprattutto si va a ridurre il peso del filmato. 

Samsung, Huawei e Qualcomm insieme per supportare l’8K

La combinazione di questi elementi diventa cruciale per una corretta gestione delle risoluzioni a 4K e 8K. Il vantaggio si ha sia nella fruizione dei contenuti multimediali, con un minore consumo di banda, ma soprattutto nel settore mobile. Infatti, i nuovi smartphone sono in grado di registrare filmati in 8K, ma ovviamente il peso di questi file è enorme.

Un altro fattore importante da considerare è che lo standard HEVC prevede una licenza per l’utilizzo. Questo ne ha di fatto limitato l’adozione in favore di altre soluzioni. Ecco quindi che la mossa di Qualcomm, Samsung e Huawei è orientata a trovare un nuovo standard più accessibile economicamente e tecnologicamente.

Stando a quanto dichiarato nel comunicato congiunto, i benefici dell’utilizzo del codec MPEG-5 EVC sono a tutto vantaggio dei consumatori. Infatti, la tecnologia più essere utilizzata facilmente su tutte le piattaforme disponibili tra cui anche gli smartphone. Bisognerà attendere gli ulteriori sviluppi per poter capire come evolverà la questione. Anche Google offre una alternativa al codec HEVC che attualmente è sfruttata da YouTube e Netflix.