Huawei, HiSilicon, Kirin, Kirin 1000, 5nm

La sfida tra produttori si basa sia sul confronto diretto tra smartphone, ma anche e soprattutto sul confronto delle performance. Non a caso colossi come Huawei, Qualcomm e Samsung sono impegnati nella realizzazione di SoC sempre più potenti

Dopo le indiscrezioni sul nuovo Snapdragon 875 e su Exynos 1000, in arrivo entrambi a fine anno, ecco emergere alcuni dettagli sulla soluzione proprietaria di Huawei. Il colosso Cinese produce i SoC attraverso la divisione HiSilicon che al momento può vantare come top di gamma il Kirin 990 5G

Tuttavia, l’azienda è già al lavoro per realizzare il successore di questo System on a Chip. Secondo le indiscrezioni, il nuovo modello si chiamerà Kirin 1000 e il debutto avverrà insieme al lancio della famiglia Huawei Mate 40. Come sempre per questi device, la presentazione avverrà nella seconda metà dell’anno.

Huawei sta lavorando sul SoC Kirin 1000

Dal punto di vista tecnico, il Kirin 1000 sarà realizzato da TSMC utilizzando un processo produttivo a 5NM+, una soluzione più avanzata rispetto ad un classico processo a 5nm. L’architettura del SoC non si conosce ancora, ma sarà basata su core ARM Cortex-A77 che andranno a sostituire i Cortex-A76 utilizzati sul Kirin 990. I nuovi core, secondo le comparazioni effettuate in laboratorio, potranno garantire delle prestazioni maggiori del 20% rispetto alla generazione precedente.

Non mancherà il supporto al modem 5G che, come per le versioni precedenti, sarà modulare. Questo permetterà ai clienti che scelgono di acquistare la soluzione Huawei di montare il modem 5G o utilizzare quello standard 4G. Sarà presente anche il modulo NPU che avrà il compito di migliorare la gestione dei processi con miglioramenti sull’autonomia.