blank

L’attuale emergenza Coronavirus e l’inizio della tanto discussa fase due hanno posto al centro dell’attenzione le mascherine di protezione, l’unica costante in una situazione fatta di variabili.

Infatti le mascherine sono le vere protagoniste di questa fase 2, dal momento che dovranno diventare una presenza costante e dovranno essere indossate da tutti per garantire una protezione generale della popolazione.

Questa necessità ovviamente ha portato ad un effetto domino in campo economico ed ambientale, dal momento che le attuali usa e getta necessitano di un rifornimento costante e il loro smaltimento grava comunque sull’ecosistema, dal momento che parliamo di materiali sintetici che non si degradano naturalmente.

Proprio in questo senso numerose aziende Italiane e start-up si sono attivate nella progettazione di alternative alle usa e getta, riutilizzabili il più possibile e con un basso impatto ambientale, ecco dunque che un’azienda siciliana ha presentato iMask, una mascherina con filtro FFP3 riutilizzabile all’infinito.

iMask, ecco i dettagli costruttivi

iMask è la prima mascherina in grado di coniugare design, efficacia e sostenibilità, integrando la protezione degli standard di filtraggio FFP1 FFP2 ed FFP3.

L’idea nasce da una start-up siciliana formata da 5 imprenditori, i quali hanno avuto il coraggio di gettarsi nella mischia ed elaborare un nuovo modello di mascherina che unisse tutto ciò che serve.

  • Riutilizzabile all’infinito: la nuova mascherina sarà riutilizzabile grazie alla presenza di un filtro FFP3 intercambiabile della durata di un mese.
  • Lato Green: la mascherina è riciclabile e non è usa e getta.
  • Sicurezza: la valvola con filtro FFP3 consente di proteggere chi la indossa e chi gli sta vicino.
  • Disponibile a tutti: questa mascherina è alla portata di tutti poichè riconosciuta sia come DPI che come Dispositivo Medico, quindi adoperabile sia dalla popolazione che dagli operatori sanitari.

iMask è una mascherina composta principalmente da materiali termoplastici gommosi e perfettamente adattabili a qualunque volto la indossi, integra sulla parete anteriore una cartuccia  con all’interno un filtro in polipropilene che evita il contatto con la pelle e come chicca finale ha una fibbia posteriore per regoalrla.

La maschera è attualmente disponibile in 4 colorazioni, bianca, trasparente, grigia e rosa, ma più avanti verrà prodotta anche nelle varianti rossa, celeste, nera, gialla, blu e verde militare.

Utile ed economica

Il prezzo al dettaglio è attualmente di quindici euro ed integra una mascherina iMask con all’interno un filtro, mentre il kit con all’interno 5 filtri ha un prezzo di appena 10€, questo vuol dire che con 25€ vi garantirete 6 mesi di protezione ininterrotti.

Facendo quindi un paragone in termini economici con le usa e getta dal costo di 50 centesimi e a durata giornaliera, vedremo che usare iMask nella durata dei 6 mesi citati sopra porta ad un risparmio di 65€ a testa.

In definitiva il prodotto in questione è valido e si presenta come una validissima alternativa alle usa e getta, dal momento che è molto ben fatto e soprattutto ha un bassissimo impatto ambientale.