tesla autopilot hackerato

Pensare di poter trasformare un’auto in un ufficio è un’idea alquanto strana, ma non per Elon Musk, famoso padre della Tesla. In un recentissimo tweet il neo padre ha fatto sapere a tutti i suoi fans che presto le riunioni in videoconferenza potranno essere svolte anche in remoto ossia dal comodo e lussuoso abitacolo della propria autovettura. 

Introdurre questa novità non sarà poi così tanto difficile: grazie alle informazioni rivelate, infatti, è stato già messo in chiaro che le videocamere sono presenti nei veicoli di terza generazione e sono presenti nel retrovisore dell’abitacolo.

Videoconferenze e Tesla: un ufficio su ruote è il futuro secondo le idee Elon Musk

Ideate, inizialmente, per consentire lo sviluppo del servizio “robotaxi”, le videocamere presenti nell’abitacolo della Tesla Model 3 inizieranno presto a svolgere un duplice scopo. Stando alle idee di Elon Musk, dunque, tutti i possessori di tali veicoli potranno partecipare alle riunioni anche al difuori dei loro abituali uffici andando ad impreziosire, ulteriormente, lo sfruttamento del lavoro agile. 

Grazie agli ampi schermi presenti nelle vetture, poter svolgere una discussione con tutti i comfort a portata di mano sarà dunque semplice e alla portata dei clienti, i quali potranno svolgere tali operazioni mentre staranno, ad esempio, ricaricando la batteria delle loro vetture.

Come per ogni annuncio di Elon Musk, però, un dubbio rimane persistente: quando accadrò tutto questo? Le tempistiche, purtroppo, sono sconosciute e solo futuri sviluppi potranno consentire ai possessori di una Tesla di approfittare di questa novità.

Maggiori informazioni seguiranno in caso di aggiornamenti.