internetLa quarantena obbligatoria ha costretto entro le proprie abitazioni milioni di consumatori, le reti telefoniche hanno subito fortissimi rallentamenti dato il congestionamento e l’elevata richiesta, tutto si è tramutato in una riduzione della velocità di navigazione garantita dagli operatori stessi. Per i più innovativi, o coloro che vorrebbero provare qualcosa di diverso, oggi parliamo di un servizio di cui forse non avete mai sentito, Internet via Satellite.

Esattamente alla pari dei servizi televisivi, ad esempio Sky, grazie alle tecnologie attuali il segnale telefonico/internet può essere trasmesso sfruttando i satelliti posizionati tutt’intorno al globo terrestre. Una soluzione di questo tipo può essere considerata favorevole per gli utenti che si ritrovano a non aver la possibilità di attivare la fibra ottica, dovendosi quindi accontentare dell’ormai datata ADSL 20 mega, o addirittura i lentissimi 7 mega.

A conti fatti, chiaramente, una connessione di questo tipo è più stabile ed affidabile, ma internet via satellite potrebbe davvero garantire presenza di segnale ove altri non riescono a fornire un servizio anche solo decente.

 

Internet via Satellite: come funziona e cosa costa

Il funzionamento del sistema descritto è molto più semplice del previsto, le stazioni NOC (Network Operations Center) inviano impulsi catturati dalla ricevente, installata nell’abitazione o nel luogo ove si vuole fruire della connettività internet.

costi fissi sono al giorno d’oggi in linea con un normale abbonamento di fibra ottica, ma dipendono dal quantitativo di giga inclusi nell’offerta. Coloro che opteranno per Konnect Open Sky, ad esempio, si ritroveranno a pagare circa 35 euro al mese, ottenendo in cambio una velocità di 30 50Mbit/s in fase di download.