WhatsApp: nuova truffa che sfrutta il Covid-19, utenti in pericolo

Negli ultimi giorni WhatsApp, oltre ad offrire un servizio ancora più importante agli utenti chiusi in casa, è diventata suo malgrado un mezzo di diffusione per una nuova truffa. Alcuni messaggi inoltrati tra le varie chat hanno promesso un buono spesa da 500 € presso le catene Esselunga.

Ovviamente ci teniamo subito a smentire: si tratta solo di una truffa e non c’è nulla di vero. Vi invitiamo pertanto a cancellare il messaggio e a non diffonderlo in chat.

 

WhatsApp: la nuova truffa tira dentro Esselunga che ora spiega agli utenti cosa sta succedendo

In questi giorni WhatsApp è dunque diventata teatro di grandi problematiche. Anche Esselunga, tirata in ballo dalla truffa in maniera ovviamente indebita, ha precisato come funzionano tali situazioni per mettere in guardia gli utenti:

“Segnaliamo che negli ultimi giorni sono pervenute numerose segnalazioni circa la ricezione di messaggi che promettono falsi buoni spesa. Ti ricordiamo che l’invio di tali messaggi esula da ogni possibile forma di controllo da parte di Esselunga e che eventuali concorsi o operazioni a premi promossi da Esselunga vengono diffusi esclusivamente attraverso i canali ufficiali dell’azienda.”

“Noti anche come phishing, sono sempre più diffusi e mirano a rubare informazionio addirittura denaro. Spesso il messaggio contiene l’invito a cliccare su un link che rimanda a un sito creato al solo scopo di carpire informazioni personali. A volte possono essere richieste false autorizzazioni al trattamento dei dati personali inseriti o l’invito a richiedere un fantomatico premio: tali richieste in realtà attivano l’adesione a servizi a pagamento non richiesti”.