rete-5g-fake-news

Uno stato generale di paura e delirio sta portando la maggior parte della popolazione a pensare che la reale causa del Covid-19 sia la nascita della rete 5G. Come questa però, sono state costruite molte altre fake news che devono assolutamente essere sfatate per evitare di sconfinare nel panico totale.

Tra questi scoviamo tra i titoli di giornali una strana morte di uccelli che dovrebbe appunto essere causata dalla rete di quinta generazione. Come fonte hanno scelto un fatto mai confermato.

Dunque l’ente governativo USA National Toxicology Program e quello dell’Istituto Ramazzini di Bologna hanno effettuato degli studi che riguardano la rete di quinta generazione. Essi hanno tratto come conclusione che vi sia un collegamento tra radiazioni elettromagnetiche e aumento dei tumori (fin qui tutto vero). Queste ricerche non possono essere però applicate al 5G in quanto si parla di una funzionalità completamente diversa rispetto al 3G e al 4G.

Rete 5G: qual è la verità tra le varie fake news?

La rete di quinta generazione ha assolutamente bisogno di uno speciale e attento trattamento, di nuovi studi e controlli che plachino ogni timore.

Samuela Persia (massima esperta in microelettronica e telecomunicazioni della Fondazione Ugo Bordoni), ha tentato di calmare le acque con un’esplicita affermazione. “L’architettura della nuova rete 5G si prospetta caratterizzata da una densificazione di impianti a diverse frequenze per rispondere alle varie esigenze di connettività e capacità dettate da singoli servizi. Va precisato che questo scenario, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non comporterà un aumento di emissioni elettromagnetiche. Al contrario, una proliferazione di impianti vorrà dire un’emissione più bassa da parte di ciascuna antenna per coprire la medesima area.”

In aggiunta è stato realizzato un nuovo approccio delle onde MIMO. Esse sono caratterizzate da un’emissione che si adatta in base al numero di utenze da servire, dal tipo di servizio e dalla loro posizione. 

Per il momento potete stare tranquilli, se dovessero giungerci ulteriori novità vi aggiorneremo!