Sim clonate truffe credito residuo

I social network hanno apportato diverse comodità alle vite degli utenti, ma anche delle problematiche. Il non saper usare internet e il non pensare a ciò che potrebbe succedere, infatti, spinge molte persone a pubblicare materiale inadatto alla visione collettiva come ad esempio foto di passaporti, patenti e documenti vari. Grazie a questa nuova moda dell’avere poca privacy, poi, reperire ogni forma di informazione è diventato sempre più facile ed agibile agli occhi dei cybercriminali; proprio questi ultimi, infatti, hanno architettato un nuovo piano per clonare le SIM telefoniche e non solo.

SIM Telefoniche: sono il lascia passare per le home banking moderne

La clonazione delle SIM è tornata ad essere una truffa viva e vegeta, ma questa volta in gioco non vi è solo la propria card telefonica. Le nuove intenzioni dei cybercriminali si rivolgono esclusivamente ad uno scopo ossia quello di aggirare i moderni sistemi di sicurezza delle home banking. 

Servendosi di moduli preimpostati e foto di documenti appartenenti alle vittime e ritrovati online, dunque, i criminali procedono alla richiesta formale del duplicato della SIM mettendo a rischio la sicurezza generale dell’utente. Purtroppo, poi, davanti a questa truffa sembra possibile difendersi: capire che la propria scheda è in fase di clonazione è impossibile in maniera preventiva. 

Davanti a tali circostanze, dunque, l’unico consiglio che può essere dispensato è uno: prestare sempre la massima attenzione a ciò che si pubblica online; ogni singola informazione personale potrebbe essere rintracciata da qualcuno e utilizzata per scopi malevoli in un secondo luogo.