contatori manomessiRiuscire a manomettere i contatori ENEL è una cosa alla portata di tutti. Pare che basti un dispositivo di libera vendita disponibile a pochi euro per alterare il flusso di conteggio dei sistemi elettrici. La modifica non richiede conoscenze di elettronica ed elettrotecnica e consente in pochi minuti di attuare un sistema di alterazione del conteggio KWh realizzato dalla società elettrica.

In questi ultimi giorni alcuni abbonati sono stati controllati dalla Polizia di Stato dopo la segnalazione dell’azienda che aveva scoperto il trucco usato per azzerare le bollette. Da qui si è scoperto un evidente tentativo di truffa che ha portato all’arresto gli indagati. Ecco in che modo sono riusciti a dimezzare (se non addirittura annullare) i conti da pagare.

 

Contatori ENEL: la truffa dei contatori è stata scoperta, consumi reali annullati da un magnete

Esatto. Basta una semplice calamita per deviare il sistema di lettura dell’energia elettrica. Il prezzo pieno si allontana ma ci si avvicina all’illecito ed al rischio di essere arrestati come avvenuto per dieci persone all’interno della Capitale. Qui una serie di persone sono finite in custodia dopo la rilevazione di alcuni dati discordanti da parte di ENEL.

La frode risale all’estate 2019 e da allora i controlli e le denunce anonime si sono intensificate ai danni dei furbetti. Hanno addirittura ottenuto strumenti professionali per manomettere i contatori digitali. Questi, a quanto pare, sono stati ottenuti con il bene placido di alcuni tecnici dell’azienda.

Consigliamo di rimanere entro i limiti della legalità e segnalare eventuali situazioni particolari alla Polizia con una denuncia in forma anonima. Nel frattempo continuano ad arrivare nuove segnalazioni.