blankIl termine smishing, nato per analogia dalla parola phishing, è utilizzato per indicare una truffa online che sta circolando in maniera sempre più frequente via SMS. Il tentativo di frode agisce seguendo la tecnica utilizzata dai soliti tentativi di phishing, che mirano a carpire i dati sensibili delle potenziali vittime sfruttando illecitamente il nome di aziende, istituti bancari e vari marchi conosciuti. Anche lo smishing, inoltre, presentandosi tramite falso nome, utilizza link di accesso rapido e pagine clone alle quali indirizza gli utenti dopo averli ingannati psicologicamente, per poter poi procedere con il furto.

Smishing: come affrontare la truffa che arriva via SMS!

Sfuggire allo smishing necessita la massima attenzione. Così come in caso di tentativi di phishing, infatti, è fondamentale leggere con cautela il messaggio ricevuto e smascherare la truffa nascosta dietro un apparente affidabile SMS. A tale scopo si rivela efficace notare la struttura del messaggio e gli eventuali errori grammaticali, che spesso caratterizzano le comunicazioni fraudolente. Inoltre, è bene porre la propria attenzione al contenuto del messaggio, il quale contiene sempre, in modo più o meno celato, l’invito a fornire delle informazioni sensibili, come: nome e cognome, indirizzo email; recapiti telefonici e addirittura dati di accesso al conto corrente o alla carta di credito.

Questi ultimi sono i dati maggiormente richiesti, tramite i quali i malfattori compiono le truffe riuscendo a prosciugare i risparmi delle vittime in pochi istanti. E’ necessario, quindi, prevenire gli eventuali attacchi evitando in qualsiasi caso di inserire informazioni sensibili online, soprattutto utilizzando pagine suggerite da terze parti.