whatsapp

In un periodo economicamente difficile come quello in cui stiamo vivendo, gli sciacalli delle truffe sono sempre in agguato ed utilizzano le piattaforme sociali per tendere la loro rete. L’ultima bufala che si conosce viaggia su WhatsApp e sfrutta le ultime misure del Governo Conte per rendere credibile il raggiro criminale.

Così di smartphone in smartphone, si sta diffondendo una notifica secondo cui si può ottenere un bonus da 200 euro spendibile presso varie catene di supermercati, compatibilmente con la volontà politica di aiutare le classi disagiate. In realtà si tratta dell’ennesimo tranello che sfrutta la buona fede degli utenti per sottrarre loro informazioni e dati personali. Fortunatamente la Polizia di Stato è stata già allertata anche se la velocità con cui viaggia la bufala tramite WhatsApp è notevole.

 

Attenzione al rilascio dei propri dati nei form.

 

La truffa dei buoni da 200 euro apparentemente è molto invitante e persino affidabile. Sia perché annovera numerosi supermercati conosciuto dove spenderli, come Lidl, Carrefour, Coop, Conad e Penny market. Sia perché contiene un link che consentirebbe di accedere ad una pagina dove sarebbe possibile scaricare i buoni pubblicizzati. In realtà, proprio prima di arrivare a questo passaggio, il messaggio contiene un form dove viene richiesto di inserire i propri dati sensibili. E così avviene il furto delle informazioni personali dei poveri malcapitati che solo dopo averlo compilato capiscono di non aver ottenuto nessun buono.

La Polizia di Stato si è immediatamente attivata e chiede collaborazione da parte dei cittadini truffati. Inoltre ha messo a disposizione degli utenti la pagina commissariatodips.it dove si trova la sezione “Segnalazioni” per consentire a chiunque di riferire su link sospetti o spam.