Nell’anno in corso, la maggior parte degli smartphone top di gamma potrà contare su un processore come il Qualcomm Snapdragon 865. Secondo le ultime indiscrezioni però, il nuovo Google Pixel 5 ed LG G9 ThinQ potrebbero non riceverlo.

Nei giorni scorsi si sono diffuse in rete alcune indiscrezioni secondo cui il colosso di Mountain View potrebbe decidere di puntare su un altro processore, ovvero lo Snapdragon 765G per i Pixel 5 e Pixel 5 XL. La stessa scelta pare essere stata intrapresa anche dal produttore sud coreano. Ecco i dettagli.

 

Google Pixel 5 potrebbe montare un processore diverso da Snapdragon 865

Sia Google che LG avrebbero quindi deciso di puntare su un processore di fascia media piuttosto che su quella che al momento è la migliore proposta di Qualcomm. In questo modo potrebbero però contenere i costi senza rinunciare al supporto alla connettività 5G. Senza ombra di dubbio lo Snapdragon 765G è un po’ meno performante rispetto al modello top di gamma, ma quest’ultimo oltre che ad essere più costoso, richiede anche un design della scheda madre più complesso.

Complesso soprattutto se si desidera sfruttare al meglio la connettività 5G (necessita di diversi moduli RF aggiuntivi da posizionare intorno al telefono), con conseguente aumento delle dimensioni complessive dello smartphone. Oltre al costo minore, il Qualcomm Snapdragon 765G ha un altro vantaggio da non lasciare in disparte, ovvero ha un chip integrato, invece di richiedere un chip separato. Questo può garantire un minor ingombro e consumi di energia molto più bassi.

Al momento il dilemma per moltissimi utenti alla ricerca di un nuovo smartphone di fascia alta potrebbe essere uno: “Prezzo più alto o prestazioni leggermente inferiori?“. Questa risposta potrete darla solamente voi, una volta che i dispositivi attesi nel 2020 verranno presentati.