La piattaforma di contenuti in streaming Netflix ha stanziato 100 milioni di dollari per i creativi senza lavoro e altri 15 milioni di dollari anche per le no profit che offrono aiuti ai membri dei cast e delle troupe.

Come anticipato anche qualche giorno fa, la nuova pandemia da coronavirus ha messo fine a quasi tutte le produzioni per cinema e serie TV. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Netflix stanzia 100 milioni di dollari per i creativi senza lavoro

La nuova pandemia da coronavirus ha purtroppo colpito anche le piattaforme di contenuti in streaming e le televisioni, italiane e del resto del mondo. Moltissime serie TV, la cui nuova stagione era attesa all’inizio dell’estate, hanno dovuto bloccare le riprese a causa dei contagi sempre maggiori del virus. Un esempio sono Peaky Blinders, La Casa di Carta, Stranger Things e moltissime altre.

In seguito a questi blocchi, moltissimi creativi sono rimasti senza lavoro ed è proprio su questo punto che è voluta intervenire l’azienda di streaming. Quest’ultima ha messo fine a quasi tutte le produzioni in atto e oltre ai 100 milioni di dollari ha anche stanziato altri 15 milioni per le organizzazioni no profit che offrono aiuti ai membri dei cast e delle troupe nei Paesi dove ha produzioni rilevanti e ha annunciato che pagherà loro due settimane di stipendio.

Al momento non sappiamo ancora come procederà il virus, anche se fortunatamente nelle ultime ore sembrerebbe rallentato nel nord d’Italia. Le serie TV interrotte potrebbero quindi non avere il finale destinato, ma terminare con l’ultima puntata girata sul set. Vi terremo aggiornati nelle prossime settimane, sempre che la situazione vada migliorando.