equitalia conto corrente

 

In questo periodo di grave emergenza per il nostro Paese il pensiero va continuamente al nemico invisibile che tanto sta destabilizzando le nostre vite e la salute di molti. Ci sono però tanti risvolti che caratterizzano la vita dei cittadini e il rapporto con il fisco occupa indubbiamente un posto prioritario. Vista la situazione verrebbe da dire “chiuso per coronavirus”.

Questo perché  il decreto Cura Italia ha cercato in ogni modo di venire incontro a tutti i cittadini che avevano dei sospesi con l’Agenzia delle Entrate. Vediamo insieme i tempi previsti per la sospensione e cosa succede per chi aveva delle rateizzazioni in corso nei confronti del fisco.

 

Quanto dura la sospensione delle cartelle e quando bisognerà pagare

 

Cominciamo dicendo che la sospensione dei debiti va dall’8 marzo e durerà fino al 31 maggio compreso. In questo periodo quindi tutti i debiti potranno non essere pagati comprese le rateizzazioni in atto e stipulate prima dell’8 marzo. Nel periodo indicato è anche sospeso l’invio di nuove cartelle esattoriali. Inoltre, sempre nel periodo 8 marzo-31 maggio 2020, l’Agenzia delle Entrate non potrà avviare nessuna iniziativa di riscossione come pignoramenti, fermi amministrativi e ipoteche.

Nessun atto per la riscossione quindi, nemmeno per cartelle scadute prima dell’inizio della sospensione. Ogni tipo di debito e cartella relativa all’Agenzia delle Entrate che il decreto ha bloccato, dovranno essere pagate entro il 30 giugno 2020. È possibile, comunque, chiedere una rateizzazione anche per le cartelle scadute durante la sospensione a patto che la richiesta avvenga entro il 30 giugno 2020. Questa iniziativa di blocco della riscossione molto importante e soprattutto necessaria, coinvolge circa 3 milioni di cartelle in essere.

L’Agenzia ci tiene a precisare che tutti i suoi uffici rimarranno chiusi fino al 25 marzo e che, con attività di backoffice, il personale garantirà la funzione dei suoi servizi online 24 ore su 24. Sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it e sull’app Equiclick, verrà fornita assistenza per qualunque necessità. È inoltre prevista assistenza telefonica con operatore dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 18.00 chiamando il numero 06.01.01 raggiungibile sia da fisso sia da cellulare.