the-last-of-us-2

Non molti giorni fa, Jason Schreier ha pubblicato sulla testata Kotaku un report riguardante la Naughty Dog. All’interno di questo report, Schreier parla principalmente del crunch time, che indica quel periodo di tempo in cui durante lo sviluppo del gioco (in questo caso stiamo parlando naturalmente di The last of Us II) è necessario concentrarsi al 100% sul lavoro in maniera intensiva, sacrificando tutto il tempo libero a disposizione. Il suo articolo era basato su 13 testimonianze anonime da parte di alcuni dipendenti che tutt’oggi lavorano all’interno dell’azienda.

Dal report di Shreier ai ringraziamenti di Druckmann, ecco cosa sappiamo

Benché secondo le testimonianze di tutti l’azienda avesse sempre incoraggiato i membri dello staff a prendersi una pausa, secondo tutti quanti la realizzazione del gioco per le date prestabilite sta avendo un costo notevole sulle persone. Successivamente a questo report, Jonathan Cooper, autore ed ex animatore della grande casa di produzione i videogiochi, ha rilasciato un tweet. All’interno del Tweet ha accusato la Naughty Dog di avergli trattenuto l’ultimo stipendio in modo illegale, per assicurarsi che firmasse un certo documento. In questo documento, Cooper si impegna a non condividere all’esterno le pratiche di produzione dell’azienda.

Successivamente a questo tweet, Cooper ha dichiarato inoltre, che un suo collega è stato ricoverato in ospedale in seguito allo stress da sovraccarico di lavoro, e in misura minore anche altri dipendenti. Sembra proprio che la Naughty Dog metta al primo posto i risultati, rispetto ai propri dipendenti.

Sta di fatto, che proprio in questi giorni, Neil Druckmann, director del videogioco The last of Us II, ha pubblicato un tweet di ringraziamento nei confronti dello staff che ha partecipato alla produzione. Nel suo Tweet definisce gli animatori come i migliori dell’intera industria videoludica e il resto dei componenti del team, come dei veri e propri eroi.  Con questo gesto Druckmann ha forse voluto recuperare un po’ di terreno per ridare un’immagine migliore alla famosa azienda di videogiochi. Nonostante le voci su un possibile reinvio della data d’uscita, al momento non c’è nulla di ufficiale. Salvo eventuali annunci, The last vas è uscita il prossimo 29 maggio in esclusiva per PlayStation 4.