Gli antibiotici sono una classe di farmaci con maggiore rilevanza sanitaria, infatti la loro scoperta (con la lontana penicillina) ha reso possibile curare un enorme numero di malattie infettive precedentemente mortali.

Al giorno d’oggi però c’è un’infinita corsa alla scoperta di nuovi antibiotici, in grado di mostrarsi efficaci nei confronti degli agenti patogeni divenuti immuni a quelli già scoperti.

Il fenomeno della farmaco resistenza è infatti sempre più presente a causo dell’uso sconsiderato e poco cauto che è stato fatto di questi medicinali.

Un nuovo antibiotico grazie alla IA

Grazie all’intelligenza artificiale è stato scoperto un nuovo super antibiotico chiamato Halicin, che ha dimostrato nei test di laboratorio di poter eliminare gran parte degli organismi patogeni, anche quelli multi resistenti ai farmaci.

Come se non bastasse lo studio ha permesso di individuare anche altre 8 molecole d’interesse farmacologico che verranno testate in seguito.

Lo studio è stato reso possibile grazie ad un nuovo algoritmo di ricerca, creato appositamente allo scopo ed in grado di analizzare le configurazioni chimiche dei vari composti e quindi di valutarne l’azione.

Questa caratteristica è resa possibile dalla capacità dell’algoritmo di correlare specifiche strutture con altrettanto specifiche funzioni.

Grazie a questa tecnologia è stato possibile passare in rassegna oltre cento milioni di composti, individuando quelli con un intrinseca azione battericida diversa però da quella dei farmaci attuali.

Un ottima notizia per quanto riguarda la ricerca antibiotica, dal momento che la stessa negli ultimi anni aveva subito un grande rallentamento, ciò non toglie però che nessuna ricerca supererà l’efficacia della cautela nell’uso degli antibiotici.