Canone rai

Attenzione alla casella di posta elettronica o ai messaggi via Whatsapp ed SMS di questi giorni perché potrebbe arrivare in qualsiasi momento una comunicazione da parte della Rai per ricevere un eventuale rimborso del canone, o almeno così fanno credere gli hacker.

Un gruppo di cyber criminali ha deciso di sfruttare l’argomento del Canone Rai che gira in rete da diverso tempo per ideare un nuovo metodo di truffa e colpire più vittime possibile. Purtroppo, in molti sono caduti nella loro subdola trappola.

Canone Rai: arriva il finto rimborso per alcuni utenti, ma si tratta solo dell’ennesima truffa

Il metodo utilizzato dai cyber criminali è sempre lo stesso: il phishing. Si tratta di un metodo di truffa molto comune, utilizzato per fingersi qualcun’altro.
Con questo metodo, infatti, gli hacker hanno pensato bene di utilizzare la denominazione e il loro della RAI per inviare i loro messaggi malevoli e ingannare le loro vittime. Il messaggio in circolazione comunica di un eventuale rimborso del canone, ma è necessario delle istruzioni ben precise per riceverlo direttamente sul proprio conto corrente o postale.

Questo messaggio, apparentemente sicuro, contiene un link sottostante che indirizza la vittima ad una pagina web in cui la stessa vittima deve inserire i dati richiesti per ricevere correttamente il rimborso. Purtroppo, però, anche la pagina web è creata dagli hacker per impadronirsi di tutti i dati personali e accedere al conto corrente bancario o postale.
In questo modo, svuotare l’intero ammontare del saldo è un attimo.

Come difendersi

Si consiglia di prestare sempre attenzione alle mail un po’ sospette non solo in questi giorni, ma sempre. Un anti-phishing potrebbe essere una soluzione ottima per diminuire la ricezione di questi messaggi malevoli.