netflix-condivisione-account

Negli scorsi giorni un rapporto rilascio non da Netflix ha evidenziato come quest’ultima stia perdendo milioni di dollari. Un rapporto valido che però non tiene conto di un altro aspetto. Rispetto a diversi anni fa, anche solo un paio, di servizi in streaming on-demand ce n’erano assai pochi. Col tempo sono iniziate ad arrivare delle alternative e tra poco arriverà in Europa, e quindi anche in Italia, Disney+.

Se andiamo a contare i servizi proposti attualmente sul mercato ci sarebbe da impallidire. Se dal punto di vista del consumatore inizia a esserci un problema di scelta, per quanto riguarda le società c’è un problema di concorrenza. Ogni passo falso sarà usato dalle altre. Un punto critico sarà proprio la possibilità di condividere l’account con altre persone.

 

Netflix e gli servizi steaming

Togliere la possibilità di condividere l’account andrebbe a peggiorare la situazione. Netflix ha già perso molti utenti e se togliere questa funzione ne perderà altri. Una grossa fetta di utenti inizierà a valutare quale servizio sia migliore rispetto agli altri e nel momento in cui sarà costretto a pagarli per intero allora solo uno vincerà.

Molti account sono stati creati solo con l’idea di essere condivisi. Sono nati dei servizi appositi che hanno facilitato la cosa anche tra persone sconosciute. Impedire questo aspetto che molti praticamente considerano parte integrante del servizio offerto equivarrebbe a invitare molti a disdire l’abbonamento. Netflix è riuscita a far abbandonare la pirateria a molti, con una singola scelta del genere potrebbero favorirla di nuovo. Ci si potrebbe scommettere che lo share dell’account continuerà a esistere.