Amazon

Il colosso dell’e-commerce Amazon avrebbe recentemente avviato colloqui con broadcaster e proprietari di applicazioni di streaming, per la commercializzazione delle loro inventory su ecosistemi video.

Un esempio sono Android TV, PlayStation, Xbox ed Apple TV. L’azienda punta a vendere inventory pubblicitarie su piattaforme OTT esterne. Scopriamo insieme tutti i dettagli di questa nuova idea.

 

Amazon permetterà di riempire spazi pubblicitari ad alcuni editori

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, la unit and tech lato vendita dell’azienda di Seattle, avrebbe appena avviato dei colloqui con broadcaster e proprietari di applicazioni di streaming, per la vendita delle loro inventory OTT come Android TV, PlayStation, Xbox ed Apple TV. Questo progetto potrebbe segnare il debutto sul mercato di Amazon, anche come vera e propria SSP.

Sempre secondo quanto scritto dalla testata americana la piattaforma starebbe dicendo agli editori di essere in grado di riempire i loro spazi pubblicitari a prezzi abbastanza alti, fino a 40 dollari per mille impressioni. I colloqui di cui abbiamo parlato precedentemente sarebbero cominciati alla fine del mese di dicembre 2019. La piattaforma utilizza i dati sugli acquisti e sul comportamento che gli utenti hanno durante la navigazione, per targettizzare le campagne che vende per esempio su Fire TV.

Di conseguenza potrebbe usare la stessa “tattica” anche per vendere sulle piattaforme esterne. Questo tipo di targeting sarà solamente disponibile per le aziende che comprano pubblicità tramite la piattaforma di acquisto Amazon. Per ulteriori dettagli non ci resta che attendere ancora qualche tempo. Nel frattempo vi ricordo di non perdervi tutte le novità che la piattaforma offre tramite il proprio servizio Prime Video.