fineco bank

A seguito di una travagliata scissione dall’UniCredit Group, Fineco ha deciso di apportare dei cambiamenti importanti alla sua banca e, in particolar modo, alla sua offerta nei confronti dei conti correntisti già presenti e futuri. Benché nel corso degli anni l’istituto bancario abbia costruito la sua reputazione anche sulla sua offerta, ad oggi questa sembra non rientrare più nei suoi piani a seguito della diffusione di un cambiamento particolarmente invasivo.

A partire da febbraio 2020, infatti, i rinomati conti correnti gratuiti di Fineco cesseranno di esistere per fare spazio ad un canone mensile fisso: scopriamo, nei dettagli, cosa cambierà per i già clienti.

Fineco: basta ai conti correnti gratis, ecco quanto bisognerà pagare al mese

Le comunicazioni, diffuse a partire dai mesi precedenti, parlano chiaro: a partire dal prossimo mese ossia da questo febbraio 2020, i conti correnti offerti da Fineco non saranno più gratuiti ma bensì introdurranno il pagamento di un canone mensile fisso. Con una somma massima fissata a 3,99 euro al mese, i clienti appartenenti a questo istituto bancario dovranno consultare le comunicazioni ricevute per capire a quanto ammonterà la loro quota.

Che cosa significa tutto ciò? Molto semplicemente che non tutti i correntisti pagheranno la stessa somma poichè questa muterà in base a criteri prestabiliti da Fineco. Per conoscere, dunque, a quanto ammonterà il proprio canone mensile non bisognerà far altro che accedere al portale internet ed ufficiale della banca e consultare, di conseguenza, la propria “Aria riservata” dove sarà possibile identificare ogni sorta di informazione in merito e trovare risposte concrete.