Renault Ford

Di recente Renault e Ford, noti marchi del mondo automobilistico, sono state colpite da uno scandalo mondiale che ha letteralmente spaventato investitori e appassionati del settore. 

A quanto pare, infatti, negli ultimi anni entrambe le società hanno introdotto nel mercato automobilistico Europeo oltre 700.000 vetture con gravi problemi di fabbrica. Nel caso di Renault il guasto sembra esser molto più difficile da riparare mentre nel caso di Ford, il guasto appare molto più pericoloso di quanto si possa immaginare. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Renault e Ford: ecco cosa succede ai veicoli

Partiamo dal guasto di Renault. Stando a quanto affermato nelle ultime settimane dalla testata giornalistica francese QueChoisir, a quanto pare oltre 400.000 veicoli montano attualmente alcuni motori, in particolare quelli 1.2 benzina con componenti H5FT, che improvvisamente smettono di funzionare a causa di un eccessivo consumo dell’olio da parte del motore stesso. Dalla sua parte Renault ha risposto alle critiche affermando che il problema è causato dall’usura del motore. Nonostante ciò, però, secondo le prime stime risolvere il guasto appena citato costerebbe agli automobilisti oltre 10.000 €.

Per quanto riguarda Ford, invece, pare che il guasto sia molto più pericoloso di quanto gli automobilisti si aspettassero. Negli ultimi giorni, infatti, l’azienda automobilistica statunitense ha ammesso la presenza di un pericoloso guasto alle batterie che rischia di provocare un’incendio all’interno dei veicoli venduti in Europa. Secondo quanto riscontrato, quindi, le batterie stanno registrando delle gravi perdite di acido sul polo negativo che rischiano di penetrare le celle di quest’ultima provocando un pericoloso cortocircuito. Ad oggi i veicoli maggiormente a rischio sono Ford Mondeo, S-Max e Galaxy prodotte nel quinquennio 2014 – 2019.