WhatsApp: truffa che ruba il credito a tutti gli utenti TIM, Vodafone, Iliad e Wind Tre

Sul nostro smartphone si fa fatica a trovare un bene più prezioso delle conversazioni WhatsApp. Sulla chat di messaggistica istantanea ogni giorno scambiamo messaggi con amici, parenti, colleghi di lavoro o semplici conoscenti. Gran parte di questi messaggi contengono informazioni personali spesso riservate tra noi e l’interlocutore in questione.

Da tempo gli utenti chiedono una maggiore privacy in chat ma, sebbene gli sviluppatori abbiano lavorato a soluzioni molto valide come la crittografia end-to-end, ad oggi non è possibile garantire la riservatezza totale.

 

WhatsApp, come spiare in tempo reale i propri amici sulla chat

Ciò che fa strano della piattaforma di messaggistica è la presenza di un’anomalia potenzialmente molto rischiosa per tutti gli utenti. L’anomalia in questione fa riferimento alla piattaforma desktop denominata WhatsApp Web. Proprio attraverso il servizio dedicato ai dispositivi fissi è possibile in alcuni casi spiare in tempo reale tutte le conversazioni dei propri amici.

Per entrare in possesso delle conversazioni altrui basta poco. Basta, infatti, avere il pieno possesso dello smartphone di un amico (anche per pochi secondi) al fine di sincronizzazione tutte le sue chat su un device fisso in nostro possesso. La sincronizzazione delle comunicazioni avviene in maniera automatica: ciò significa che gli utenti non saranno chiamati ad inserire né password né altri codici di sicurezza.

Grazie alla piattaforma desktop di WhatsApp, già molte persone hanno perso i loro dati personali. Chissà se gli sviluppatori in futuro si impegneranno a risolvere questa particolare anomalia.