samsung galaxy s11

Secondo gli ultimi rumor, Samsung sarebbe intenzionata a dotare il Galaxy S11e, ovvero in teoria la versione della serie meno prestante che risponde al codice SM-G9810, della compatibilità con il 5G e un sistema di ricarica rapida fino a 25 W.

Quindi, se Samsung punterà al lancio della nuova serie Galaxy S11 nel primo trimestre del 2020, sarà molto curioso osservare similitudini e differenze tra le almeno 5 varianti che saranno disponibili. Se le indiscrezioni che interessano il modello meno costoso saranno confermate, non osiamo pensare di cosa saranno capaci i fratelli maggiori.

 

Samsung Galaxy S11e: in arrivo 5G e ricarica da 25 W?

Secondo i piani aziendali, Samsung Galaxy S11e sarà una versione più compatta del normale S11 e del maggiore S11+, come già successo nelle serie precedenti sul mercato. Ma pare che quanto riportato nella documentazione allegata alla certificazione 3C confermi davvero che lo smartphone sarà compatibile con lo standard di rete 5G.

In questo caso, le strategie di Samsung virerebbero pesantemente sulla presenza nel mercato di più smartphone dotati di rete 5G, e la scelta di dotare S11e con il modem di quinta generazione sembra dettata dal voler intercettare eventuali device concorrenti su fasce di prezzo più basse. Si vocifera infatti che Xiaomi sia pronta a inondare il mercato occidentale di telefoni 5G a prezzi tre volte inferiori agli attuali smartphone sul mercato.

La presenza della ricarica rapida fino a 25 W, poi, potenzierà enormemente le prestazioni in termini di tempo dell’accumulo di energia nella batteria rispetto all’attuale Galaxy S10e. Tuttavia, un piccolo fulmine a ciel sereno proviene da un noto insider dell’azienda coreana conosciuto su Twitter come Ice Universe. Il noto leaker ha rivelato che il chipset Exynos 990 di alcune versioni di Galaxy S11 non può reggere il confronto con Snapdragon 865.