I call center chiamano ogni giorno i clienti che hanno un conto con una delle tante compagnie telefoniche (virtuali e non) per proporre loro offerte ma che in realtà nascondono vere e proprie truffe telefoniche. Ultimamente gli utenti raggirati dalla famosa truffa in question son tantissimi, e le autorità lamentano sempre più di questa problematica.

Adesso i consumatori, essendo abituati a ricevere simili chiamate, rifiutano la conversazione senza ascoltare nulla. Con il Web tuttavia, riusciamo anche a trovare metodi che consentono di bloccare le chiamate truffaldine degli operatori e dei call center.

Call center: come fare per bloccarli?

Moltissimi di voi pagherebbero a peso d’oro i metodi per contrastare il fenomeno delle chiamate truffaldine da parte dei call center. E’ vero che esistono delle App che permettono un’ottima gestione della “black list”, ossia di tutti i numeri fraudolenti che il sistema conosce e che impara semplicemente adattandosi. Tuttavia ci si può rivolgere a metodi ben più serie ed efficaci.

In primis bisogna riferirsi all’AGCOM, che da sempre ha la difesa e la tutela del consumatore. Questo ente propone il cosiddetto “registro delle opposizioni”: per chi non lo conoscesse, si tratta di un meccanismo che permette all’utente finale di non ricevere mai più una qualunque chiamata commerciale.

Le App, come dicevamo prima, sono affidabili certo, ma spesso sono piene di pubblicità – oltre ad essere molto invasive. Rimanendo in casa Google troviamo “Telefono“, software gratuito e che funziona al 100% per i possesso di di device Android. Se invece voleste provare un’applicativo più completo ma di società terze, vi consigliamo TrueCaller, gratuita sia per Android che per iOS.