canone-rai

Da diversi mesi, ormai, gli attacchi dei Cyber criminali hanno iniziato a diventare insostenibili tanto che centinaia e centinaia di utenti hanno dovuto rivolgersi alle autorità. Di recente, infatti, i truffatori che si aggirano per il web hanno iniziato a puntare il tanto odiato canone Rai.

Dopo aver raggirato centinaia di clienti attraverso finti operatori telefonici, gli hacker attualmente attivi sul web hanno modificato tutto il loro operato per renderlo compatibile con il canone emesso dall’ente televisivo Rai. Il principale metodo utilizzato per truffare gli utenti è quello comunemente conosciuto come phishing. Quest’ultimo, infatti, è in assoluto il metodo più utilizzato in tutto il web tant’è che, ogni giorno, miete centinaia di migliaia di vittime.

Rimborso Canone Rai: attenzione alla truffa via mail

Attualmente, quindi, le principale prede degli Hacker sono i clienti dell’ente Rai. Questi ultimi, infatti, ogni giorno si ritrovano con la casella mail infestata da messaggi relativi ad un ipotetico rimborso del canone Rai. In queste mail i truffatori fingono di rappresentare la Rai e informano i clienti che è possibile richiedere il rimborso della cifra versata negli ultimi mesi per il pagamento del canone televisivo.

In realtà nulla di ciò che è scritto all’interno della mail risulta essere veritiero. Si tratta infatti di un vero e proprio attacco phishing con il quale i Cyber criminali spingono i consumatori a cliccare sul link presente nella mail. Per ottenere il rimborso, a questo punto, viene chiesto riempire i campi di un modulo con i propri dati personali e le proprie coordinate bancarie ma, una volta completato, i dati inseriti nel modulo arriveranno direttamente agli hacker che, in pochi secondi, riusciranno a prosciugare l’intero conto corrente.