Gli smartphone che hanno aderito alla versione beta di Emui 10 si sta allungando. A dare l’annuncio è la stessa azienda cinese mediante un post ufficiale sul proprio blog certificato.

Huawei: cos’è Emui e quali smartphone saranno aggiornati alla decima versione

L’Emui rappresenta la semplice ma comoda interfaccia utente di gran parte degli smartphone con marchio Huawei e Honor. L’azienda introduce continuamente funzionalità sempre più avanzate.

Huawei introdusse per la prima volta questa piattaforma software all’interno dei propri smartphone nel 2012. Tra le feature principali di Emui di Huawei c’è l’Ultra Memory, che consente di ottenere una gestione del risparmio energetico sorprendente e di migliorare notevolmente la gestione della RAM del device attraverso l’impiego della formidabile tecnologia di machine learning.

Nel frattempo l’azienda cinese ha rilasciato una lista aggiornata con i modelli di smartphone Huawei che riceveranno l’aggiornamento dell’interfaccia utente nei prossimi giorni.

Fanno parte della lista i dispositivi più venduti dell’ultimo anno, segnale che l’azienda è molto attenta ai desiderata degli utenti.

  • Mate 20
  • Mate 20 Pro
  • Mate 20X
  • Mate 20 lite
  • Nova 5T
  • P smart 2019
  • Psmart+ 2019
  • P30 lite

Nella lista non sono segnati il P30 e il P30 Pro per il semplice motivo che la versione beta della EMUI 10 è già disponibile, per loro, da un paio di settimane. Discorso opposto per  il Mate 30 e il Mate 30 Pro. I due top di gamma Huawei dovrebbero arrivare sul mercato a metà novembre con la EMUI 10 già installata, con l’assenza dei servizi Google a causa delle decisioni prese da Trump.

Huawei: le novità della EMUI 10

La EMUI 10 è l’aggiornamento più significativo che gli smartphone Huawei ricevono negli ultimi anni. Il colosso cinese ha ascoltato i feedback dei propri clienti e ha apportato grosse modifiche alla propria interfaccia utente, cambiando tutte le icone rendendole più simili a quelle Android stock.

Introdotta anche la dark mode utilizzando un blu molto intenso invece del nero per assicurare una maggior leggibilità dei testi. Infine, la stabilità dello smartphone viene migliorata e reso più fluido l’utilizzo.