Renault Ford

Ford e Renault, conosciuti ormai da tutti, rappresentano in assoluto due dei principali colossi del mondo automobilistico. Durante la loro carriera le due aziende hanno acquisito la fiducia di milioni di consumatori in tutto il mondo, soddisfatti dei risultati ottenuti dalle vetture. Non a caso, infatti, negli ultimi anni anche la critica mondiale ha valutato le automobili di Ford e di Renault considerandole delle vetture di ottima fattura.

Secondo alcune indiscrezioni, però, recentemente un nuovo scandalo ha colpito inaspettatamente le due aziende. A quanto pare, infatti, Ford è colpevole di aver immesso sul mercato delle automobili con batterie difettose che, secondo i primi report, potrebbero addirittura far scattare corti circuiti con un conseguente incendio totale del veicolo. Ad essere coinvolti sono anche i modelli Ford Mondeo e Ford S-Max. 

Renault: problema molto grave alle vetture, oltre 400 mila i veicoli a rischio rottura

A differenza di Ford, il problema per Renault sembrerebbe essere molto più grave poiché, secondo quanto rilevato, sarebbero oltre 400 mila i veicoli a rischio. Tutto ciò sembrerebbe essere dovuto ad un consumo eccessivo dell’olio all’interno dei motori che, di fatto, potrebbe portare alla rottura di quest’ultimo. 

Secondo quanto riportato dalla nota testata giornalistica QueChoisir, però, Renault si sarebbe difesa affermando che il problema non è dovuto ad un difetto di fabbrica ma, bensì, all’eccessiva usura del motore. Nel frattempo la lista dei veicoli incriminati: 

Renault (motore 1.2 TCe 115, 120 e 130 ch)

  • Captur
  • Clio 4
  • Kadjar
  • Kangoo 2
  • Mégane 3
  • Scénic 3
  • Grand Scénic 3

Dacia (motore 1.2 TCe 115 e125 ch)

  • Duster
  • Dokker
  • Lodgy

Mercedes (motore 1.2 115 ch)

  • Citan

Nissan (motore 1.2 DIG-T 115 ch)

  • Juke
  • Qashqai 2
  • Pulsar