Micro Merlin è un monopattino elettrico che viene proposto ad un prezzo esagerato. Partiamo dalla conclusione per poi contestualizzare il tutto. Per noi è un “NO”, perché il monopattino in questione non offre alcun motivo per farcelo preferire ad un Ninebot o ad uno Xiaomi e la qualità generale non è delle migliori. Se poi a tutto questo si aggiunge anche un prezzo fuori dal comune, appare evidente come non ci sentiamo di consigliarlo. Ma vi spieghiamo tutto all’interno della nostra recensione.

Design e caratteristiche

Micro Merlin sembra un prodotto dall’aspetto “cheap”. Le maniglie ad inserimento ricordano quelle di quando eravamo bambini. Sulla parte centrale troviamo un monitor con un’interfaccia molto poco piacevole alla vista. Troviamo la velocità del monopattino, la distanza massima percorsa, l’indicatore della batteria e la temperatura. Quest’ultimo è un dato interessante per monitorare l’andamento del veicolo, soprattutto quando siamo in modalità Sport.

Frontalmente troviamo una luce led che emette davvero poca luce. Di notte al buio è come non averla. La luce emessa è inferiore rispetto a quello dei concorrenti. Aspetto degno di nota: il peso. Soltanto 11 kg ed è comodo quando facciamo i classici percorsi urbani in metro o quando dobbiamo chiuderlo e sollevarlo in presenza di scale.

Il manico del manubrio si può regolare in altezza, adattandosi alla diversa fisicità delle persone. Realizzato in allumino, cheap e vibra alquanto durante l’uso. Non comunica un senso di solidità.

La pedana è comoda ma decisamente classica. Sotto la pedana c’è la batteria protetta da un cage in plastica. Tuttavia si riempie di graffi e ammaccature. Un’altra mancanza è incredibilmente quella del cavalletto. Bisogna effettuare delle manovre particolari per tenerlo fermo.Decisamente poco pratico. Il Micro Merlin si chiude con facilità ma il meccanismo di chiusura è un po’ macchinoso e duro delle volte e da l’impressione che si possa rompere da un momento all’altro. Sulla parte sottostante il manubrio c’è la porta per la ricarica da 36 Volts, identica a quella del Ninebot ma inferiore rispetto a quella dello Xiaomi.

Micro Merlin: Modalità di guida

Sul monopattino sono presenti varie modalità di guida. Da quella Pedestrian a 6 km/h a quella Sport, che arriva ad un massimo di 25 km/h. Ciò che stupisce è lo spunto in accelerazione, grazie al motore da ben 500 Watt continui sul motore. Rispetto al Segway da 250 con un picco di 600, qui la presenza è erogata in maniera continuativa. Le ruote sono belle piene e sono identiche fra loro. Il freno di emergenza posto sul lato inferiore è utile perché il recupero dell’energia non è il massimo.

Il cruise crontrol invece si attiva in una maniera decisamente poco pratica: bisogna premere a fondo il freno, poi pigiare cinque volte il tasto di accelerazione. A quel punto partirà e si disattiverà semplicemente premendo il freno.

L’usabilità generale

Noi non ci siamo sentiti sicuri ad andare in giro. Per 799,00 Euro il prodotto non è valido. Prezzo elevato, non sicuro, con un manubrio emette rumori metallici e la qualità costruttiva lascia il tempo che trova. Tolto lo spunto del monopattino, non ci sentiamo di consigliarlo. Per chi volesse acquistarlo comunque il link su Amazon è questo.

Micro Merlin

799,00 €
4.8

Materiali

5.0/10

Prestazioni

8.0/10

Prezzo

2.0/10

Design

3.0/10

Dimensioni

6.0/10

Pro

  • Ottimo spunto in partenza
  • Leggero e compatto
  • Peso di soli 11 kg
  • Motore 500 Watt continui

Contro

  • Prezzo esagerato ed ingiustificato
  • Assenza di cavalletto
  • Mancanza di ammortizzatore
  • Costruzione generale
  • Stabilità nell'uso quotidiano