TIM#Timdown è il trend topic del momento su Twitter, tantissimi utenti stanno segnalando problemi di connessione alla rete telefonica dell’operatore nazionale Tim, addirittura dall’1 di notte alcuni consumatori si sono ritrovati senza alcuna possibilità di accesso ad internet.

Downdetector, il sito internet creato ad hoc per monitorare in tempo reale lo stato delle reti, sta letteralmente esplodendo di segnalazioni, problemi sono registrati in tutte le regioni del nostro paese, a partire dalle grandi città, come Roma, Milano e Napoli, per passare attraverso Bologna, Verona, Padova, Brescia, Torino, Firenze, Genova e tantissime altre ancora.

 

TIM down in tutta Italia: tantissime sono le segnalazioni degli utenti

Le cause del problema purtroppo esulano dalle nostre conoscenze, ad oggi non possiamo sapere per quale effettivo motivo la rete telefonica di TIM sia andata effettivamente down.

La speranza è che il tutto possa essere risolto in tempi brevi, le segnalazioni parlano di problemi nella connessione ad internet, ma anche nell’invio/ricezione delle chiamate, fino ad una totale assenza del segnale telefonico. Dall’immagine inserita nell’articolo è facile notare come il down non sembra stia coinvolgendo il sud del nostro paese, sono davvero pochissimi i feedback negativi ricevuti dalle regioni Calabria, Sicilia, Basilicata o Puglia (anche dalla Sardegna).

Ciò lascia quindi pensare che la rete abbiamo subito gravi problemi innanzitutto nella pianura padana, per poi spostarsi lentamente anche verso il centro Italia (fino all’altezza di Napoli per intenderci). Seguiranno aggiornamenti, vi faremo sapere quando tutto si sarà risolto per il verso giusto e quando TIM avrà comunicato le cause della difficoltà.

AGGIORNAMENTO: TIM ha comunicato essere stato un problema temporaneo verificatosi nel corso della scorsa notte (circa 3 ore di down), il tutto ha portato a disagi solo per alcuni clienti con conseguente difficoltà nella navigazione internet. La linea del traffico dati coinvolta è stata riparata in poche ore, già nel corso della mattinata le posizioni sono tornate alla normalità.