google chrome opera browser

Il browser Opera sfida apertamente il dominio di Google Chrome, e nella versione 68 della sua lunga vita digitale ha introdotto alcune interessanti novità. Partiamo dal blocco dei tracker, ovvero uno strumento che offre una maggiore privacy per gli utenti durante la navigazione web aumentando anche la velocità di caricamento delle pagine.

Il blocco dei tracker si avvale della EasyPrivacy Tracking Protection List ma è una funzione disattivata di default. Pertanto, se volete provarla per bloccare le richieste dei siti riguardanti le vostre informazioni di navigazione, avrete un caricamento delle pagine più veloce del 23%.

Un’ultima novità aggiunta alla versione 68 riguarda la possibilità di scattare screenshot direttamente dal browser.

Opera 68 sfida Chrome, ecco le novità dell’aggiornamento

Google Chrome è invece alla versione 77 e, oltre a finalizzare aggiornamenti alla sicurezza e alcuni bug fix, ci sono dei miglioramenti tesi a mantenere il predominio nei browser.

Leggi anche:  Google Chrome: l’ultimo aggiornamento stupisce gli utenti Android

Tra le novità più interessanti della nuova versione c’è la possibilità di inviare link ad altri dispositivi compatibili con Chrome, laddove una barra degli indirizzi vi darà accesso ad un menu che consente l’invio del collegamento ad un altro device. Quando si apre il browser sull’altro dispositivo si riceve il link, e si può aprire senza alcuno strumento di intermediazione tecnologica.

Questa piccola ma utilissima novità sarà disponibile sia per Windows 10 che su OS Android e iOS. Per ora, purtroppo, sembra che che dall’introduzione rimangano fuori i possessori di macOS, ma non è così difficile immaginare che l’aggiornamento per l’estensione completa della funzione arriverà anche qui.

Nel frattempo che il nuovo Google Chrome è in roll out, la funzione dovrebbe essere già pronta per arrivare nello stesso momento dell’aggiornamento numero 77.