boeing

Negli ultimi mesi gli incidenti che hanno visto protagonista il Boeing 737 Max hanno destabilizzato l’immagine e le finanze dell’azienda americana. Nei mesi precedenti vi sono stati ben due disastri aerei che hanno portato la morte ad oltre 300 persone. Dopo un’analisi sulle scatole nere recuperate a seguito degli schianti, si è arrivati a capirne le cause.

Boeing: la vera causa degli incidenti è il software MCAS

Nel Web vi sono state moltissime speculazioni e fake news a riguardo. Adesso vi diciamo con esattezza cosa è avvenuto. Il problema principale è stato causato dal MCAS, ovvero il sistema anti-stallo dell’aeromobile. Tale software è composto da una serie di sensori che si attivano durante il moto dell’aereo per prevenirne lo stallo sia durante il decollo del velivolo che durante l’atterraggio.

In entrambi i casi, secondo le autorità che ne hanno seguito le indagini, il sistema si sarebbe avviato senza motivo da solo a causa di un problema ai sensori anteriori che avrebbe spinto l’aereo verso il basso, portando quindi la morte a tutti i passeggeri e ai membri dell’equipaggio.

A nulla sono servite le manovre in extremis svolte dai piloti provetti, in quanto il velivolo non rispondeva più ai comandi. Si è visto poi che anche l’allarme di malfunzionamento dell’MCAS era stato disattivato da Boeing inspiegabilmente, mesi prima del primo disastro. Si è visto inoltre, che un altro problema riguardava un lotto di lamelle alari uscite difettose dalla fabbrica.

Purtroppo l’azienda a seguito di tutte le terribili vicissitudini avute nel corso dell’ultimo anno, adesso naviga in condizioni finanziarie disastrose. La FAA non ha più concesso il “via libera” per il ritorno sui cieli del modello incriminato, il 737 Max e le compagnie aeree che lo avevano ordinato da mesi, hanno immediatamente ritirato gli ordini. In quasi tutto il mondo adesso vi è il divieto di volo al velivolo sopracitato e tutte queste dinamiche hanno portato le aziende a scegliere gli aerei della rivale Airbus, la quale ha finalmente superato – in termini di fatturato – la storica Boeing.

A ciò si sommano le ingenti somme economiche che la società americana deve donare ai familiari e parenti delle vittime degli incidenti. Che sia la fine di Boeing? Come si rimetterà in sesto? Restate connessi con noi per essere sempre aggiornati sulle ultime novità.