UleFone Armor 6E è uno smartphone piuttosto economico, piccolo e robusto con specifiche modeste ma efficienti. Ovviamente non ci si può aspettare che le prestazioni siano elevate e il dispositivo sia il migliore sul mercato, ma per il rapporto qualità/prezzo ne vale la pena.

Supporta un discreto display da 6,2 pollici, SoC Helio P70 e un’enorme batteria da 5000 mAh combinata con una build di Android 9 Pie. 4 GB di RAM, 64 GB di spazio di archiviazione (espandibile tramite microSD), NFC per Google Pay e ricarica wireless compatibile con Qi. Ha un grado di protezione IP68 (ingresso di polvere e immersione in acqua), IP69K (ingresso di acqua e acqua nebulizzata ad alta pressione / temperatura) e MIL-STD-810G (resistenza a caduta, umidità, corrosione e radiazione solare). Riesce a resistere a temperature davvero elevate, ed è ciò che è successo in America, ad un membro del team di Android Police. Il dispositivo è stato a lungo sotto il sole cocente durante un evento, ma senza alcuna conseguenza.

Il dispositivo è ricoperto principalmente di gomma antiscivolo con “paraurti” strategici su ogni angolo e alcuni eleganti dettagli in alluminio (compresi i pulsanti). Lo schermo è protetto da Gorilla Glass 5. Pesa 268 g, più della maggior parte degli altri telefoni di queste dimensioni. È dotato di un luminoso pannello IPS da 6,2 pollici a 1080p con colori accurati e angoli di visualizzazione ragionevolmente buoni. C’è una tacca per la fotocamera selfie e l’auricolare in alto.

Ulefone Armor 6E è uno smartphone di fascia bassa eppure riesce a sopravvivere a tutto, anche a temperature troppo alte

L’imaging sull’Armor 6E è un miscuglio ed è l’unica area in cui questo dispositivo è decisamente all’altezza del prezzo. Per essere chiari, l’obiettivo posteriore da 16 MP non è affatto deludente. Il problema più grande è la mancanza di supporto HDR, che rende la gamma dinamica impegnativa. Altrimenti, c’è una buona quantità di dettagli e le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione sono sorprendentemente buone. Non esiste la modalità bokeh per l’aggiunta al sensore di profondità posteriore da 2 MP della fotocamera e la registrazione video è limitata a 1080p dietro e 720p davanti.

L’Armor 6E non ha un jack per cuffie ma gestisce dispositivi audio USB Type-C sia analogici che digitali e nella confezione è presente un adattatore. Potrebbe risultare poco efficiente anche il sensore per impronte digitali montato sul retro. A volte si rifiuta di rispondere alle impronte. Questo problema è piuttosto casuale e non dura a lungo, ma è fastidioso. Il Face ID aiuta in tal caso, ma questo è ovviamente una sorta di problema tecnico del software, poiché lo scanner è veloce quando funziona. Nel complesso dunque è un dispositivo che vale la pena acquistare se non si hanno troppe pretese.