In passato abbiamo già sentito rumor che riguardavano Realme su una possibile introduzione dei chipset di MediaTek sui loro smartphone. Ora, l’amministratore delegato di Realme, Madhav Sheth, ha confermato che i prossimi smartphone della società saranno alimentati dall’Helio P70.

La conferma arriva dai media Cinesi i quali parlano delle dichiarazioni ufficiali secondo cui Realme ha intenzione di fare questo passo già con il loro prossimo smartphone.

Realme sarà la prima società a realizzare smartphone alimentati dall’Helio P70

MediaTek ha presentato il suo nuovo chip, l’Helio P70, qualche settimana fa. Esso promette un incremento dal 10% al 30% del lavoro svolto dall’intelligenza artificiale ed un miglioramento del 13% delle prestazioni generali.

L’Helio P70 è basato sul processo FinFET da 12nm ed incorpora una CPU Octa-core (quattro core Cortex-A73 a 2.1 GHz e quattro core Cortex-A53 a 2GHz). Sarà affiancato da una GPU Mali G72 con un clock a 800MHz.

Rispetto al P60, il nuovo soc utilizzerà fino al 35% di potenza in meno in ambito gaming e miglioramenti per quanto riguarda la latenza in-game. Questo permetterà di avere risultati più reattivi consumando meno energia.

Leggi anche:  MediaTek Helio P70, ufficiale il SoC con intelligenza artificiale e attento alle risorse

Anche per quanto riguarda la fotografia ci sono molti miglioramenti. L’Helio P70 promette un incremento di 3X nelle prestazioni di mappatura della profondità. Il supporto all’HDR è stato approfondito e ciò implica una migliore acquisizione, registrazione ed elaborazione in tempo reale.

Inoltre, la velocità di scatto è stata aumentata del 20% per non rallentare gli utenti mentre scattano una serie di foto. Insomma, i prossimi device alimentati dall’Helio P70 saranno più efficienti sia per l’elaborazione dell’AI sia nelle prestazioni della fotocamera ed in ambito gaming.

Realme non ha rivelato molte informazioni sul prossimo dispositivo alimentato dal nuovo SoC MediaTeK. Secondo i rumors esso potrebbe essere lanciato sul mercato entro la fine dell’anno e quindi assisteremo ad una presentazione nelle prossime settimane.