facebookFacebook utilizzerà i filmati delle telecamere delle forze dell’ordine per sviluppare una nuova tecnologia in grado di rilevare i video delle sparatorie. L’intento è impedire che gli attacchi terroristici siano in diretta.

Il gigante dei social media fornirà telecamere agli agenti da indossare durante gli esercizi di addestramento. I video catturati devono essere utilizzati per insegnare agli algoritmi di Facebook a riconoscere le riprese di un attacco di armi da fuoco. L’azienda è stata criticata per le riprese dell’attacco alla moschea di Christchurch. Neil Basu, agente di polizia antiterrorismo del Regno Unito, ha dichiarato: “La tecnologia che Facebook sta cercando di creare potrebbe potenzialmente aiutare la polizia”.

Facebook aiuterà le forze dell’ordine a contrastare la diretta streaming degli attacchi terroristici

Facebook e YouTube devono fare di più per fermare i live streaming terroristici. I nuovi dispositivi cattureranno una vasta gamma di immagini che mostrano la prospettiva di un uomo armato. Il filmato sarà utile anche per il Ministero degli Interni. Infatti, le informazioni trasmesse ad altre aziende tecnologiche aiuteranno a sviluppare sistemi simili. Stephanie McCourt, che guida il lavoro di sensibilizzazione delle forze dell’ordine nel Regno Unito, ha dichiarato: “Investiamo in persone e tecnologia per mantenere le persone al sicuro sulle nostre piattaforme. Non possiamo farcela da soli“.

L’artefice dell’attacco alla moschea di Christchurch ha utilizzato un’app progettata per gli appassionati di sport estremi per trasmettere in streaming le riprese di marzo. Durante tale attacco, 51 persone sono morte in diretta su Facebook per 17 minuti. Scovate anche svariate copie del filmato successivamente diffuse online. La società ha dichiarato di aver rimosso 1,5 milioni di video che mostrano l’attacco nelle 24 ore successive alle riprese.