Paypal

Il phishing è sempre più diffuso. Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta di un metodo ideato dall’hacker con il quale riesce a truffare le vittime tramite mail o SMS falsi; da qualche settimana, le segnalazioni arrivano per lo più dai consumatori con un conto Paypal aperto.

Nonostante Paypal è conosciuto e utilizzato dai consumatori di tutto il mondo perché vanta un sistema di sicurezza molto elevato, gli hacker sono riusciti a ingannare i consumatori e a truffare tutti i suoi utenti; ecco cosa è realmente successo.

Utenti Paypal colpiti dagli attacchi hacker

Il Phishing è da sempre il metodo più utilizzato dai cyber criminali per ingannare le vittime tramite mail e SMS falsi; il sistema consiste nel creare falsi messaggi con cui cercano di convincere le vittime a fornire informazioni personali o codici di accesso fingendosi un ente affidabile.

La maggior parte delle volte i malintenzionati si fingono Istituti Bancari o Postali come per esempio Unicredit, Intesa San Paolo o BNL per segnalare eventuali problemi con il proprio conto online; questa volta invece, sono riusciti ad impossessarsi del famoso e affidabile marchio di Paypal e della sua denominazione.

Difatti, le vittime si sono ritrovate nella loro casella di Posta Elettronica una mail falsa da parte di Paypal che segnalava un acquisto sospetto nelle ultime ore; il messaggio continuava con il suggerimento di accedere al proprio account tramite un link apposito per verificarne l’attendibilità; purtroppo però, il link sottostante non era altro che un sito web dannoso che l’hacker aveva costruito in modo molto simile a quello vero di Paypal.

Per difendersi da questo tipo di mail o SMS, suggeriamo di scaricare un anti-phishing che ha il compito di rivelare tutti i messaggi sospetti ed eliminarli; inoltre, è importante sempre prestare attenzione alla ricezione di qualsiasi messaggio.