truffa UnicreditIl livello di attenzione per i clienti del gruppo Unicredit diventa massimo dopo l’azzeramento dei conti dovuto alla truffa che recentemente ha coinvolto anche Intesa Sanpaolo. Si teme per uno svuota-conto senza scampo che arriva a margine di alcuni SMS sospetti e telefonate che prosciugano conti correnti, carte di credito e di debito e prepagate. Non viene risparmiato proprio nessuno. Bisogna stare sul piede di guerra contro gli hacker.

 

Unicredit e la nuova truffa: tentativo di phishing prende il controllo dei conti personali

Un nuovo messaggio fraudolento sta giungendo all’attenzione dei clienti Unicredit. Si mette in guardia circa il presunto rischio di incorrere nella sospensione e nel successivo blocco del conto a causa di mancanza di dati aggiornati. Per alimentare la paura di questa situazione si fa presente che l’account personale è stato violato e che per questo sono presenti transazioni sospette. Per procedere al ripristino dell’accesso verificato occorre fornire dei codici segreti. NON c’è nulla di vero in tutto ciò che viene detto e richiesto. Si tratta unicamente di un pretesto per motivare segretamente gli utenti a fornire dati sensibili a personalità dubbie.

Si viene invitati a contattare con urgenza un ipotetico ufficio prevenzione frodi tramite contatto telefonico. I numeri da chiamare vengono indicati in un messaggio esca che lascia successivamente spazio ad un connubio pericoloso di smishing e pharming. Per la prima parte del piano si usa un link contraffatto. La seconda, invece, prevede l’accesso al sito spia vero e proprio che si propone simile a quello della banca ma che in realtà nasconde un server concepito al solo scopo di rubare dati e soldi. Ecco il messaggio:

“Gentile cliente la invitiamo a mettersi in contatto urgentemente con il nostro ufficio prevenzione frodi chiamando il numero verde 800960849”.

Il numero di telefono varia in continuazione, questi gli ultimi usati: 800960849, 0656549425, 0287168294, 0282951974, 0287178408,800890432″.

Segnatevi questi numeri ed inseriteli nella vostra Lista Nera, non prima di aver dato segnalazione del fatto alla vostra banca che sta già provvedendo ad arginare la minaccia con ogni mezzo disponibile. In questo, come in altri casi, occorre non farsi prendere dal panico e contattare sempre la banca al fine di richiedere ulteriori informazioni. Se avete ricevuto questo messaggio eliminatelo subito.